Dario Levantino, autore di “CUOREBOMBA”, incontra gli studenti dello Scientifico del Rutelli.

I ragazzi dello scientifico dell'ISS Rutelli incontrano virtualmente Dario Levantino, autore del libro "Cuorebomba" ambientato nella periferia di Brancaccio.

Anche quest’anno, seppure a distanza, l’I.S.S. “M. Rutelli” ha voluto tenere fede ad un impegno divenuto ormai una consuetudine: l’incontro con l’autore.

E mercoledì 18 novembre gli alunni delle classi 2^ A, 2^ B e 3^ B del Liceo Scientifico dell’ISS Mario Rutelli hanno avuto il piacere di conoscere, in diretta streaming sulla piattaforma Meet, il giovane e talentuoso autore di “Cuorebomba“, Dario Levantino, al suo secondo romanzo pubblicato con Fazi.

Levantino, insegnante di lettere presso il Liceo delle Scienze Umane “Carlo Porta” di Monza, appassionato lettore, è approdato alla scrittura con un romanzo di successo, Di niente e di nessuno,  che gli ha permesso di ottenere importanti riconoscimenti quali: il Premio Biblioteche di Roma, il Premio Subiaco Città del Libro e il Premio Leggo Quindi Sono.

Il giovane Rosario, protagonista del primo romanzo, è tornato a governare la scena anche nel secondo, “Cuorebomba”, trovando il consenso degli studenti del Rutelli che hanno amato la sua storia e hanno trovato numerosi spunti di riflessione da condividere con l’autore.

Gli alunni della 2^ A e della 2^ B, guidati dalle prof.sse Sardo, Masi, Camarda e Meli hanno creato un sito web nel quale hanno fatto confluire tutti i prodotti multimediali realizzati prima dell’incontro.

Questo il link del sito:

https://sites.google.com/d/1y0QxVSBQuoea-9mIBDH4etyYPy8lCMzo/p/1J9ivbzmY-XTxzfSDXvEOEuyzJEn_SbMg/edit

“Ci siamo divertiti molto nel registrare i video, realizzare i fumetti, le interviste e le video-recensioni” affermano i ragazzi con entusiasmo.

Inoltre, con la recensione del libro Cuorebomba è stata inaugurata una nuova pagina Instagram, _libriaperti_ (https://instagram.com/_libriaperti_?igshid=fvy2jni8za5t), che accoglierà le future recensioni degli alunni di 2^ A.

Interessanti anche gli interventi delle alunne e degli alunni di 3^ B che, insieme alle docenti Cartella e Spinnato A., hanno partecipato attivamente al dialogo, interagendo con Levantino che si è mostrato disponibile, attento alle loro esigenze, capace di soddisfare le loro curiosità.

Riguardo al piacere della lettura, l’autore afferma: “Io amo molto ogni forma d’arte e il cinema è una delle mie passioni; ma nella lettura trovo quello che non trovo altrove. Nei romanzi, in quelli scritti bene, trovo la sfumatura. Ecco, al di là di ogni retorica insopportabile, mi piace poter dire che la lettura mi ha insegnato questo: a leggere la sfumatura”.

All’incontro era presente anche il libraio Fabrizio Piazza della Modusvivendi, libreria indipendente di Palermo, grazie alla cui mediazione è stato possibile realizzare l’evento.

“In questo momento storico le librerie stanno vivendo una condizione di profonda sofferenza” afferma Fabrizio “e le librerie indipendenti, slegate dai grandi gruppi editoriali, vivono uno stato di maggiore prostrazione.” Un motivo in più, questo, per stimolare nei ragazzi la voglia di leggere. Perché la lettura, come diceva il grande poeta russo Brodskij, è una delle più belle forme di “educazione al senso di umanità” e, in definitiva, una educazione alla libertà (R. CARNERO, Il bel viaggio- Insegnare letteratura alla generazione Z- Bompiani, 2020, p. 24).

Informazioni su Gabriella Sardo 5 Articoli
Laureata in Lettere classiche, insegna italiano e latino ricoprendo la Funzione Strumentale per l’Inclusione e da due anni la funzione strumentale per la Gestione del PTOF; inoltre, è tutor di PCTO occupandosi anche di progetti relativi alla lettura e incontri con gli autori.

Commenta per primo

Lascia un commento