Il Corso Serale per Geometri al Rutelli. Una realtà viva frequentata da tutte le fasce d’età.

Il corso serale al Rutelli, o comunemente chiamato percorso di secondo livello, è una realtà attiva dell’Istituto interamente dedicato agli adulti che vogliono conseguire un diploma tecnico. Il diploma in questo caso è quello del CAT (Costruzioni, Ambiente e Territorio) che non è altro la dizione innovativa dell’Indirizzo Geometra.

Il serale e la rete CPIA “Nelson Mandela”

L’Istituto Rutelli è parte integrante di una rete tra Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) “Nelson Mandela” di Palermo, che si occupa dei percorsi di alfabetizzazione per gli adulti, ed Istituti Secondari con “Serale”. All’interno della rete, il Rutelli offre la formazione per il conseguimento del diploma tecnico Geometra sulla scorta di un corso serale. Questo corso può essere sviluppato in 3 anni scolastici dove il terzo periodo didattico corrisponde con la classe V serale.

La particolarità dei corsi, basati interamente sullo stesso percorso specializzante del Geometra diurno, è che il 10% del monte ore può essere svolto in modalità DaD tramite l’attivazione di una classe virtuale su piattaforma eLearning. Il responsabile dell’indirizzo serale per l’a.s. 2019/20 è il prof. Martino Ligotti.

Il serale e il suo successo

Alla base del successo del corso ci sono diverse motivazioni. Prima tra tutte la necessità lavorativa di conseguire un diploma tecnico per qualificare o ri-qualificare la professionalità del lavoratore. Questo avviene spesso quando si è in presenza di un diploma liceale che non ha avuto seguito a livello universitario. Inoltre, abbiamo registrato in altri casi la necessità di allievi per completare gli studi interrotti, acquisire nuove competenze a compensazione di quelle in possesso. Basti pensare che il corso vede anche la presenza di figure laureate oltre a quelle rientranti nella prima casistica divisi tra uomini e donne. Infine, non mancano i militari di professione, gli appartenenti alle forse dell’ordine, titolari d’impresa e lavoratori che vogliono specializzare la loro esperienza lavorativa.

Alcune caratteristiche del corso serale

Il corso gode di tutte le infrastrutture dell’Istituto Rutelli che normalmente vengono utilizzati per i più giovani nei corsi diurni. Tra queste ci sono i laboratori di costruzione e quello di topografia oltre quelli linguistici e per le materie scientifiche.

Nulla toglie che dopo il conseguimento del diploma statale, che avviene con normalissimi esami di maturità, si possa continuare a studiare all’università. Quest’anno, i 20 studenti della classe quinta, con una età media di 29 anni, tra cui anche cinquantenni, hanno ottenuto il diploma con un punteggio massimo assegnato di 90/100 di cui 38/40 al colloquio finale. Un grande risultato che mette in luce come lo studio non è solo un fattore legato a quando si è giovani. Anzi, esso offre la possibilità di rimettersi in gioco e vivere l’esperienza di studiare al Rutelli a 360° così quando si è giovani.

A chi rivolgersi

Per informazioni sulle iscrizioni e sul percorso didattico basta chiamare in segreteria a scuola e il personale preposto sarà a vostra disposizione per tutte le informazioni di cui avete bisogno. Relativamente ai costi, il percorso serale è pubblico, quindi la tassa a titolo di contributo di iscrizione e frequenza è la stessa dei corsi diurni e può essere interamente detraibile.

Quindi cosa aspettate? Se siete alla ricerca di un percorso di studio che vi porti finalmente al diploma tecnico specializzante, quello del geometra fa per voi.

Iscrivetevi al corso serale. Fatelo non solo per il diploma ma principalmente per voi stessi. Fatelo per darvi una seconda possibilità, ma anche per recuperare quello che da giovani, per diverse motivazioni, non siete stati in grado di acquisire.

Vi aspettiamo al Rutelli.

Informazioni su Salvo Venturella 19 Articoli
Docente di "Progettazione Costruzioni e Impianti" dell'indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio (ex Geometri) del Rutelli, cura insieme al Team Erasmus + i progetti Erasmus dell'Istituto di cui è Coordinatore.

Commenta per primo

Lascia un commento