A Monreale arriva Locals

Le realtà imprenditoriali del tessuto monrealese a confronto con LOCALS. Le Ceramiche di Bisanzio, l'Antico Biscottificio Modica e il susino sanacore i prodotti di punta.

I partecipanti al progetto locals

IL PROGETTO ERASMUS “LOCALS” DEL RUTELLI IN VISITA PRESSO GLI IMPRENDITORI MONREALESI

Che LOCALS sarebbe stato un successo fin dal suo esordio ne eravamo certi. Ma non fino a questo punto. L’anno scolastico 2019-2020 si è aperto all’Istituto Superiore “Mario Rutelli” all’insegna dei progetti Erasmus e all’educazione all’imprenditorialità. Argomento comune “fare impresa” e l’internazionalizzazione dei prodotti locali. Studenti, docenti e imprenditori sono stati chiamati a lavorare insieme per sviluppare le tematiche dei progetti. Stiamo parlando di ben 4 progetti Erasmus di cui LOCALS rappresenta il progetto chiave di tutte le strategie messe in atto dal Team Erasmus del Rutelli per i prossimi anni.

Centro di sperimentazione didattica legato all’imprenditorialità

L’Istituto Rutelli per i prossimi due anni sarà centro di sperimentazione di didattica imprenditoriale. Tutto avverrà all’interno di un team di lavoro europeo che vede tra i partner anche il CNR Italia. Ma anche diversi importanti Istituti Europei incluso la Camera di Commercio di Linares. Il progetto Digital Entrepreneurship – Innovative teacher Training, mira a sviluppare didattica imprenditoriale sulla gestione d’impresa partendo dall’uso di nuove metodologie didattiche in ambito scolastico. Tutti i progetti arricchiranno non solo l’offerta didattica dell’Istituto ma anche la formazione dei docenti e la cooperazione con le aziende locali. Oltre a garantire le relazioni con il territorio che sta alla base di qualsiasi iniziativa.

Una giornata a Monreale con le peculiarità del territorio

Il gruppo di docenti provenienti da vari paesi europei ha visitato a Monreale due delle attività imprenditoriali scelte per il progetto. Le Ceramiche di Bisanzio dei Fratelli Saverio e Gaetano Ferraro e l’Antico Biscottificio Modica di Piero Modica. Il gruppo ha avuto la possibilità di poter avviare il dialogo con gli imprenditori focalizzando l’attenzione sulla loro produzione. Essa può essere considerata un fiore all’occhiello delle poche realtà imprenditoriali presenti nel territorio monrealese. Inoltre, il gruppo ha parlato di mercati esteri e potenzialità espresse dai prodotti locali. Ma anche strategie per l’analisi dei mercati e la vendita dei prodotti. Sia il biscotto di Monreale, la ceramica che il susino sanacore, oltre alle “bags” di Gisella Mandalà, saranno al centro del dibattito progettuale per i prossimi due anni.

“Qui al Rutelli teniamo molto a queste iniziative. Noi crediamo fortemente in una didattica partecipativa, sempre al passo con i tempi e aperta all’Europa. Tutto questo da la possibilità ai nostri ragazzi di crescere in un contesto dinamico così com’è il nostro Istituto. Non possiamo che augurare a tutti gli studenti di trarre giovamento da queste esperienze, perché oltre all’aspetto professionale, svolgono una parte importante anche sul piano umano. Inoltre facilitano l’iterazione con il territorio, caratteristica che contraddistingue da sempre i progetti Erasmus.”

la Dirigente prof. Giovanna Ferrari
All’interno del Biscottificio Modica con la dimostrazione di Piero Modica e del figlio intenti nella lavorazione del Biscotto di Monreale
Con Gaetano e Saverio Ferraro parlando di internazionalizzazione dei prodotti artigianali

Informazioni su Salvo Venturella 19 Articoli
Docente di "Progettazione Costruzioni e Impianti" dell'indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio (ex Geometri) del Rutelli, cura insieme al Team Erasmus + i progetti Erasmus dell'Istituto di cui è Coordinatore.

Commenta per primo

Lascia un commento